Home  ›  Alimentazione e Comportamento  ›  Il Corpo Cambia

Il Corpo Cambia
Diverse età, diversi cambiamenti e adattamenti.

Preadolescenza e adolescenza - "dimmi come devo apparire" 
 
La preadolescenza e l'adolescenza sono fasi dello sviluppo che portano a grandi cambiamenti e modificazioni nell'immagine di sé e del proprio corpo. L'attenzione è maggiormente orientata verso il proprio aspetto esteriore e in modo particolare su come le altre persone lo valutano.
 
L'immagine corporea ideale, a cui si tende, spesso si discosta molto da quella reale. La rappresentazione reale del proprio corpo potrebbe essere anche un'immagine distorta, originata dai numerosi e rapidi cambiamenti; inoltre, spesso è connessa all'impossibilità di distaccarsi da modelli socialmente condivisi, a cui si è costretti conformarsi per non essere discriminati. L'aspetto è in adolescenza una variabile importantissima; spesso diventa un discriminante nei rapporti interpersonali.
 
Le componenti che possono incidere sulla percezione del proprio corpo possono essere:
  • cognitive, come le aspettative verso i cambiamenti da apportare al proprio aspetto e la loro pianificazione;  
  • comportamentali, quando sono messe in atto ad esempio condotte di evitamento verso situazioni in cui è necessario esporre un corpo che non è quello che si desidera;  
  • percettive, come la valutazione delle dimensioni e della forma del proprio corpo.  
Una percezione distorta della propria immagine corporea può provocare sentimenti negativi, di inadeguatezza, vergogna, e un calo dell'autostima, che incide negativamente su di sé e sul modo di relazionarsi con gli altri.
 
Le critiche e la mancanza di accettazione rendono problematica la definizione di sé, innescando il desiderio di adattarsi e conformarsi alle attese "AD OGNI COSTO"! Il gruppo di amici acquista un'importanza sempre maggiore nell'esperienza dell'adolescente: il confronto e l'accettazione diventano criteri fondamentali per definire un'immagine di sé ideale a cui tendere.
 
Le conseguenze possono essere sia psicologiche, che fisiche. É possibile sviluppare patologie depressive e disturbi del comportamento alimentare (come anoressia o bulimia); le diete restrittive e/o l'eccessivo sforzo fisico, inoltre, possono causare l'abbassamento delle difese immunitarie, aumentando le possibilità di contrarre malattie e infezioni, e modificare gli equilibri ormonali, causando ad esempio nelle ragazze la scomparsa del ciclo mestruale (amenorrea).
 
Diventa necessario per questi ragazzi riconoscere e apprezzare la propria unicità, nonostante le normali e umane imperfezioni.
 
 
La menopausa – cambiamenti e adattamenti
 
La menopausa è un evento normale che fa parte della vita di ogni donna. Il focus e le informazioni che riguardano l’esperienza del climaterio e della menopausa spesso mettono in evidenza gli aspetti involutivi di questo processo, gli aspetti di perdita, descrivendo questa fase come un problema e riducendola a un elenco di sintomi medici.
 
In realtà il cambiamento è un processo continuo, che dura tutta la vita e richiede di modificare alcuni aspetti del proprio pensiero, del modo di comportarsi o del proprio sentire, per meglio adattarsi alle richieste dell’ambiente in cui viviamo o che derivano da noi stesse. 
 
Questa fase porta con sé profondi cambiamenti, che dovrebbero farci sentire né peggiori né migliori, ma diverse, perché parte di un ciclo. Sarà necessario trovare una nuova immagine di sé, nuovi ruoli, una nuova sessualità.
 
Le donne che si avvicinano a questa importantissima fase di cambiamento sono spesso “bombardate” da immagini e forme di pensiero superficiali, che propongono una relazione di equivalenza tra desiderabilità e fertilità. La perdita della fertilità comporterebbe, secondo questo pensiero, la perdita della desiderabilità. Niente di più scorretto.
 
È necessario diventare padrone dei propri cambiamenti!
L’equazione dovrebbe essere:
DESIDERABILITÀ = SODDISFAZIONE di SÈ
 
La menopausa non è una perdita, ma l’apertura a diverse possibilità di esprimere la propria affettività, sessualità e identità di donna.