Home  ›  Psicologia Scolastica  ›  Metodo di studio

Metodo di studio
Tutti gli studenti hanno come desiderio e obiettivo affrontare con successo l'apprendimento e lo studio. Purtroppo, talvolta, alcuni di loro manifestano delle difficoltà di studio sin dalla scuola primaria, altri invece iniziano il loro percorso con ottimi risultati, ma successivamente si arenano, altri ancora affrontano lo studio con entusiasmo e in modo efficace. In cosa differiscono gli studenti più brillanti rispetto a quelli che mostrano delle difficoltà?

Facendo riferimento alle caratteristiche individuali dello studente, è possibile attribuire la diversità dei risultati scolastici al fatto che gli studenti differiscano per abilità cognitive, conoscenze (in particolare conoscenze strategiche), stili cognitivi, motivazioni ed emozioni collegate all'apprendimento.
 
Lo studio implica diverse abilità cognitive, come l'attenzione, la lettura, la comprensione e la memoria, che insieme favoriscono l'apprendimento di nuove informazioni. Una componente di fondamentale importanza per lo studio strategico è la metacognizione. Le conoscenze metacognitive relative allo studio riguardano ciò che lo studente sa o crede di sapere relativamente a se stesso come studente, alle sue abilità di studio, allo studio in generale, alle discipline e al compito specifico che deve affrontare in quel momento, alle strategie da utilizzare, agli scopi che si pone (ad esempio: "leggere un romanzo o leggere un testo di studio non è la stessa cosa", "questa disciplina è troppo difficile per me"). La metacognizione comprende anche i processi di controllo che integrano le conoscenze precedenti e permettono di prevedere i risultati dello studio, di pianificare lo studio secondo tempi e modi, il monitoraggio in itinere di ciò che si sta studiando e la verifica dei risultati finali dell'apprendimento. L'insegnamento di strategie valide in generale, per tutte le discipline e per tutti gli studenti, è molto limitante in quanto non tiene conto delle caratteristiche individuali dello studente, del compito, degli aspetti cognitivi, metacognitivi e emotivi-motivazionali: a questo proposito, si offrono training basati su un approccio attento agli aspetti metacognitivi, che pone al centro dell'intervento lo studente con l'obiettivo di sviluppare la consapevolezza e il controllo dei propri processi di apprendimento.
 
Strumenti di lavoro:
 
La valutazione del metodo di studio è condotta utilizzando strumenti di tipo metacognitivo. I questionari che vengono somministrati sono sostanzialmente autovalutativi, in quanto allo studente è richiesto di esprimere un giudizio rispetto a come si vede, ciò che pensa e crede rispetto a diverse variabili considerate: ad esempio sono indagate le capacità di studio, le strategie utilizzate, gli stili cognitivi, le convinzioni e attribuzioni rispetto a successo e insuccesso scolastico.
 
La valutazione dei processi cognitivi implicati nello studio prevede l'utilizzo di prove di abilità specifiche, ad esempio prove di lettura e comprensione, prove di memoria oppure prove di studio vere e proprie; queste ultime permettono di osservare operativamente come lo studente approccia un testo, un argomento nuovo e poco noto.
 
L’obiettivo finale è favorire l'autoconoscenza del proprio metodo di studio e la promozione di un atteggiamento strategico verso l'apprendimento, potenziando i processi di controllo e la flessibilità nell'uso delle strategie. L’uso corretto di strategie determina una diminuzione dei fallimenti, con conseguente aumento della motivazione, e un adeguato sviluppo degli aspetti metacognitivi delle attività di studio.
 
Fasce di studenti interessate:
  • scuola primaria di primo grado, a partire dagli 8 anni; 
  • scuola secondaria di primo grado; 
  • scuola secondaria di secondo grado; 
  • università.