Home  ›  Blog  ›  Emozioni

Strategie per la gestione delle emozioni
  


La quotidianità spesso ci mette alla prova! Lo stress, la fretta, le difficoltà che si accumulano: tanti pensieri ed emozioni si affollano in noi, in un vortice che a volte è difficile gestire, perché sembra prendere il controllo su di noi! Il risultato? Siamo in alto mare, in mezzo alla tempesta e orientarsi diventa molto faticoso.

In questo articolo troverete alcuni suggerimenti, che si possono utilizzare nella quotidianità, per riprendere il timone della nostra barca e riportarla sulla giusta rotta.
 
Imparare a rilassarsi
Esercizi per il rilassamento e il controllo della respirazione.
 
Bambini
 

  1. Sdraiati a terra, su un materassino, 
  2. Chiudi gli occhi 
  3. Immagina che il tuo corpo stia affondando nel pavimento e lascia i muscoletti molli 
Puoi utilizzare una canzone che ti piace di sottofondo, che abbia un ritmo tranquillo. Durata: 5’, 10’
  1. Sdraiati a terra, su un materassino, con un cuscino sotto la testa 
  2. Osserva la pancia che sale e scende a ogni respiro 
  3. Fai respiri lenti e profondi e prova a controllare il movimento della tua pancia 
Puoi utilizzare una canzone che ti piace di sottofondo, che abbia un ritmo tranquillo. Durata: 5’ ,10’
 
 
Adulto
 
  1. Mettetevi seduti o sdraiati 
  2. Fate 3 respiri profondi e se volete chiudete gli occhi 
  3. Iniziate a portare l’attenzione sul vostro corpo e allontanate qualsiasi altro pensiero affiori, ma senza fretta; dopo aver preso le distanze dal vostro pensiero tornate a prestare attenzione al vostro corpo 
  4. Partite dai piedi e prestate attenzione a come sono messi, se sentite dei dolori o un fastidio, sistematevi in modo che questi si affievoliscano; fate 2/3 respiri 
  5. Salite man mano e passate a gambe, glutei, pancia, petto, spalle, braccia, mani, viso.. 
  6. Il viso è molto importante, cercate di notare la sua espressione, riconoscetela, e poi provate a distenderlo, se volete potete aiutarvi pensando a qualcosa/qualcuno che vi fa stare bene 
Continuate a respirare per tutto l’esercizio; la durata la decidete voi, secondo il tempo che volete soffermarvi sulle varie parti del vostro corpo.
 
Un posto sicuro
 
Trovate uno spazio tutto vostro, che vi faccia sentire tranquilli e sicuri. La vostra stanza, seduti alla vostra scrivania/banco, il corridoio, un angolo della stanza che adibite per rilassarvi, una poltrona, le braccia di una persona fidata..
 
Trovate un posto dove “rifugiarvi” per prendere una pausa e rilassarvi.
 
Un momento per pensare
 
Quando i pensieri “affollano” la mente e sentiamo di perdere il controllo, mettiamoli da qualche parte e lasciamoli riposare. È complicato eliminare un pensiero, spesso accade che: “più cerco di non pensarci, e più ci penso”.
 
Ecco una strategia possibile! 
 
  1. Procuratevi un notes o un quadernetto. Dategli un nome: “i miei pensieri”, “il raccoglitore di pensieri”, quello che preferite. 
  2. Trovate un momento della giornata dove decidete di dedicarvi ai vostri pensieri e stabilitene la durata. Es. “la sera prima di cena per 30 minuti”, “dopo cena sul divano per 20 minuti”. 
  3. Ogni volta che un pensiero affolla la vostra mente e non vi permette di fare ciò che dovete, annotatelo sul quadernetto dei pensieri! Potete scrivere una parola, una frase, utilizzare colori diversi per pensieri diversi, fare un disegno. 
  4. Quando arriva il momento di dedicarvi ai vostri pensieri prendete il quaderno e un timer, e cominciate! Potete personalizzare il vostro quadernetto, se volete! 
 
BUON RELAX!