Home  ›  Blog  ›  Psicologia & dintorni

Cosa puņ dirci di noi il cambio degli armadi?
  


Quali pensieri arrivano quando siamo davanti all’armadio, e quale significato possiamo dargli? Ecco alcune possibilità! 
Tu in quale ti riconosci?


 
 
“Mi starà ancora?”
 
Quante/i hanno provato il timore di “non entrare” più in un paio di pantaloni o in un vestito? Il nostro corpo è in continuo cambiamento. Lo stress della quotidianità incide sulle nostre abitudini alimentari e sul nostro metabolismo. Diversi periodi dell’anno, possono avere un impatto diverso sul nostro corpo. 
È importante ricavarsi nella giornata uno spazio di decompressione, in cui poter scaricare le tensioni e rilassarsi; può essere un’attività fisica, dedicarsi a un hobby (cucina, lettura, ..), o semplicemente sdraiarsi e utilizzare alcune tecniche per il rilassamento. L’obiettivo è creare un momento dedicato esclusivamente a noi stessi!

“Mi serve o non lo uso più? Magari posso tenerlo lì ancora un po’..”
 
A volte è necessario fare posto.. nel nostro armadio, come nella nostra vita. Ci sono cose che teniamo, ma non utilizziamo. Solitamente hanno un valore affettivo e l’idea di separarci da quello che ci ricordano e dal significato che gli abbiamo attribuito, non ci permette di lasciare andare l’oggetto che rappresenta e ci fa rivivere queste emozioni. Il nostro armadio straborda e fare ordine è difficile. Spesso ci aggrappiamo ai ricordi con malinconia. In realtà fanno parte di noi, della nostra identità; ci hanno permesso di essere quello che siamo, ma a volte ci limitano rispetto a ciò che potremmo diventare, tenendoci ancorati ad un’immagine di noi del passato o a ricordi che non possiamo rivivere nel presente.
 
“Lo butto, lo scambio o lo regalo?”
 
Voglio dare un futuro a qualcosa di mio? C’è chi ha bisogno di liberarsi di un vestito perché non lo sente più suo, non sembra più far parte del suo modo di essere e di mostrarsi agli altri; talvolta si prova proprio un senso di incoerenza tra un capo di abbigliamento e il proprio modo di immaginarsi attuale. Potrebbe emergere quindi il desiderio di buttarlo, immediatamente! Altre volte, invece, non è presente tutta questa distonia; si è pronti a separarsi da un oggetto, ma si preferisce donarlo o scambiarlo con qualcuno. In base alla carica emotiva e al significato che quel capo porta con sé, potremmo decidere di regalarlo a chi potrebbe averne bisogno o ad una persona importante per noi, come un’amica. In questo caso non doneremo soltanto il nostro abito, ma anche una parte di noi e del nostro sentire, che valorizziamo, ma che probabilmente sentiamo lontana nel tempo.

 
 
“Mi manca qualcosa? Ora che inizio… vorrei un nuovo look..”
 
Trovarsi davanti al proprio armadio, potrebbe essere un momento in cui siamo colti da un desiderio. Il nostro look si evolve e cambia insieme al nostro modo di essere e a ciò che abbiamo scelto di fare nella vita. Ogni passaggio richiede i suoi cambiamenti. L’adolescente sarà più attento alla moda e a crearsi un suo stile ad esempio, l’universitario o il neo-assunto potrebbero desiderare di vestirsi “da grandi” o di adattare il loro abbigliamento al ruolo che ricopriranno, l’adulto farà degli adattamenti al suo guardaroba in base all’età, alla comodità, alla praticità..ecc. Il nostro armadio, in qualche modo, può dirci chi siamo e chi desideriamo essere. Raccoglie e integra più parti della nostra identità: il lavoratore, la sportiva, l’elegante, il festaiolo, la freddolona..

“Devo riordinare tutto..”
 
C’è chi lava tutti i vestiti prima di riporli dopo la stagione, chi li chiude sotto il letto o in uno scatolone, chi li appende in un altro armadio, chi li lascia dove sono, sistemandoli più o meno sommariamente. Riordinare e ritirare sono due azioni che racchiudono un significato importante: prendersi cura di ciò che è nostro. I vestiti, così come il nostro carattere, i nostri comportamenti, e il nostro sentire, fanno parte della nostra identità, di noi. Curare il nostro aspetto può essere il riflesso di come ci prendiamo cura di noi. Non parlo di esagerazioni, non è un invito a recarsi nelle spa o nei centri estetici tutti i giorni! Come curiamo il nostro armadio può essere lo specchio di come siamo e del tempo che ci dedichiamo. Siamo ordinati o disordinati, spiegazzati o sempre lisci, profumati di ammorbidente o di deodorante per armadi, divisi per colore o per tipo di indumento, con i cassetti divisi da contenitori o semplicemente divisi per contenuto..? Non c’è un modo giusto e uno sbagliato, ovviamente, per riporre le cose, ma la modalità che ognuno di noi utilizza ci può dire qualcosa in più su di noi.